Ultima modifica: 16 giugno 2017

Progetto “A scuola di Legalità”

logo_2016

logo legalità

Progetto: LEGAmi di LIberTA’

Test legalità- risposte

Campo della Legalità a Corleone dal 4 al 18 ottobre 2016

Gli alunni della 3 A della scuola secondaria di I grado e gli alunni della 2 Liceo Scientifico, 4 Liceo Scientifico e 4 ITI della scuola secondaria di II grado di San Marcello Pistoiese hanno partecipato al progetto sulla legalità organizzato da Arci, Cgil e Spi, a Corleone in Sicilia.
Gli alunni divisi in due gruppi hanno vissuto per una settimana in una struttura confiscata alla mafia condividendo i momenti di gestione del quotidiano , dalla preparazione della tavola , alla pulizia delle camere e degli spazi comuni e hanno lavorato nei campi, sempre confiscati alla mafia, alla raccolta dell’uva e dei pomodori.
Nel pomeriggio, le attività erano rivolte a visite guidate nel territorio : Portella della Ginestra, Cinisi, Palermo Monreale; incontri con personaggi che hanno vissuto e combattuto la mafia; visite a “musei” della legalità.
I ragazzi hanno partecipato con entusiasmo e interesse a tutte le attività proposte.

Diario: A scuola di Legalità- Corleone

 

COMUNICATO STAMPA   GRAN FINALE PER IL FESTIVAL DELLA LEGALITA’

SI E’ CONCLUSO IN PIAZZA DELLA RESISTENZA IL PROGETTO FINANZIATO DALLA FONDAZIONE MARCHI AD UNA RETE DI 6 SCUOLE PISTOIESI CONTRO LA CULTURA MAFIOSA E PER LA DIFFUSIONE DEL CIVISMO

Colorato, affollato, festoso, ma anche pieno di passioni e di riflessioni: è pienamente riuscito in Piazza della Resistenza domenica 21 maggio il “Festival della Legalità”, evento finale del progetto contro la cultura mafiosa e per la diffusione del civismo denominato “ LEGAmi di LIberTA’ ”.

Il progetto, finanziato dalla “Fondazione Carlo Marchi”, ha messo in rete, per cinque mesi, le esperienze sul tema della legalità svolte da circa 1000 studenti di sei scuole secondarie di I e II grado: i Comprensivi Raffaello di Pistoia (ente capofila), Sestini di Agliana, Montemagno di Quarrata, ed Andreotti di Pescia, l’Omnicomprensivo di San Marcello, e l’Istituto Tecnico Capitini di Agliana.

Il Festival è stato aperto alle 16 col saluto del Presidente della Fondazione Marchi, Sergio Chiostri, mentre il Sindaco di Pistoia Samuele Bertinelli ha scoperto la targa realizzata (col logo dell’evento elaborato dai ragazzi) in memoria dei caduti per mano mafiosa, posta ai piedi dell’albero appositamente piantato al centro della Piazza.

Presente l’assessore comunale Becheri, gli stessi studenti hanno premiato le “sentinelle della legalità”, ovvero concittadini ed associazioni, nominati “eroi di tutti i giorni” per i loro semplici ma costanti gesti di civiltà e solidarietà: la professoressa Alessandra Covizzoli, Don Paolo Tofani, le sedi montane di SPI CGIL ed ARCI, il commerciante Tullio Marata, ed Alfredo Taddei del Circolo “Bugiani”.

Dopo quello dell’onorevole Caterina Bini, il Presidente del Consiglio di Istituto della scuola capofila, Salvatore Patanè, ha portato il saluto all’evento del Presidente del Senato Pietro Grasso.

Mentre i circoli ARCI “Bugiani” e “La Torre” distribuivano le pizze realizzate con i prodotti delle terre confiscate alla mafia. Sul palco si sono alternati gli spettacoli realizzati dalle scuole coinvolte: musicali con i ragazzi di San Marcello, del “Capitini”, del “Montemagno”, e del “Raffaello”, teatrali da parte del “Sestini” e dell’ “Andreotti”.

Una vibrante testimonianza contro il pizzo, ed uno struggente ricordo canoro dei caduti di mafia, sono stati al centro dell’intervento di Tiziano Di Cara e Alessandra Ponente, rappresentanti dell’Associazione Culturale palermitana “Sulle nostre gambe”.

Le immagini del Festival ed i prodotti del Progetto sono disponibili sull’apposito sito www.legamidiliberta.it.